Consumer Electronics Show

Gli investimenti delle grandi in Internet of Things

Chi diventerà leader? I movimenti strategici delle multinazionali attorno al futuro dell'IT. Durante il Consumer Electronics Show di Las Vegas di inizio anno, i nomi più importanti del mondo digitale tra i quali Intel, Samsung e Firefox, oltre a realtà meno attese come le Poste francesi, hanno annunciato i propri piani di integrazione dell'ecosistema della IoT (sul nostro blog: I grandi sopra l'Internet of Things). La maggior parte dei progetti riguardava la ricerca e sviluppo oppure apparecchi e app per l'utente finale, come wearable e applicazioni di smart home. Da allora grossi nomi come Microsoft, Amazon e Facebook hanno...

Saperne di più

2015, l'anno della stampa 3D

Giganti come HP e Autodesk investono e innovano; le previsioni del settore sono di crescita. HP sta investendo nel mercato della stampa 3D industriale. Per sfidare gli attuali leader mondiali, 3D Systems e Stratasys, ha annunciato per il 2016 la propria stampante 3D, che dovrebbe superare le limitazioni delle macchine attuali. Multi Jet Fusion di HP dovrebbe essere dieci volte più veloce e quindi ideale per la produzione di massa, oltre a superare la concorrenza in precisione, resa visiva e resistenza. Il tutto a metà del prezzo, su hardware e materiali di consumo. HP ha mostrato dimostrativamente il modello...

Saperne di più

IFTTT, nuova star della Internet of Things

Una frase che cambia la comunicazione automatizzata tra apparecchi. IFTTT è stato sviluppato quattro anni fa da una startup californiana fondata da un giovane ingegnere di nome Linden Tibbets. Il suo scopo è automatizzare interazioni tra vari servizi o canali (come Tumblr, Flickr, Facebook e Gmail) basandosi sulla frase if this then that, se [accade] questo allora [fai] quest'altro. È da leggere la spiegazione di Linden Tibbets sul blog IFTTT di come tutto è cominciato. 15 milioni di ricette al giorno Dal giorno del lancio, la app è diventata scaricatissima. Tibbets e il suo gruppo di lavoro volevano creare...

Saperne di più

I grandi sopra l'Internet of Things

Al CES di Las Vegas Samsung, Intel, Firefox, Facebook, BlackBerry e molti altri hanno mostrato attenzione al concetto. Samsung: pronta per il 2020 Non è più fantascienza, ha dichiarato il CEO di Samsung Boo-Keun Yoon nel suo discorso di apertura del Consumer Electronics Show 2015. L'Internet of Things è una priorità per il gigante coreano da un anno: in agosto 2014 ha acquistato per circa 200 milioni di dollari SmartThings, startup americana autrice di una piattaforma dedicata a IoT e home automation (come racconta TechCrunch). le soluzioni SmartThings permettono di operare su elettrodomestici e oggetti di casa da una...

Saperne di più

Di ritorno dal CES

Dagli orologi alle auto, tutto diventa smart a Las Vegas. Si vede persino ancora qualche PC! Al Consumer Electronics Show di Las Vegas edizione 2015 si sono viste tutte le case costruttrici di informatica che vanno per la maggiore, con la sola e consueta eccezione di Apple. E si sono visti anche PCs diretti al mercato dei consumatori, leggeri, ibridi e convenienti, come Transformer Book Chi di Asus, con Windows 8.1 (9, 11 e 12,5 pollici) e il Chromebook con schermo touch da 13" e 15" di Acer (costerà circa 329 euro), con funzioni di cloud . Acer ha...

Saperne di più

Tweets recenti

Econocom progetta, supporta e finanzia la trasformazione digitale delle aziende.

Con oltre 10 000 collaboratori presenti in 19 Paesi e un fatturato di 2,5 miliardi di euro, il Gruppo ha tutta l'esperienza e le risorse necessarie a garantire la realizzazione di progetti digitali di qualsiasi dimensione. L'offerta include consulenza, progettazione e/o fornitura di risorse e beni nonché la gestione tecnologica degli asset digitali, delle infrastrutture, delle applicazioni e dei vari servizi di business correlati, con una copertura finanziaria che si declina attraverso formule di canone al consumo.

Il titolo Econocom Group (BE0974266950 - ECONB) è quotato dal 1986 presso il listino Euronext NYSE di Bruxelles e prende parte all’indice BEL Mid. www.econocom.com