In una smart city l'illuminazione è connessa, con risparmi anche del 70 percento.

philips-vodafone-wireless-connected-street-lighting_une

Le smart city nel mondo avranno nel 2016 1,6 miliardi di apparecchi connessi, che arriveranno a 3,3 miliardi nel 2018, secondo le ultime previsioni di Gartner. È solo parte di un mercato immenso che conterà oltre 50 miliardi di apparecchi connessi entro il 2020, in cui giocano un ruolo importante i sistemi di illuminazione. Con vantaggi considerevoli in risparmio energetico e di costi.

city-touch-smallVodafone, in partnership con Philips Lighting, lavora a un sistema di regolazione delle luci stradali che usa la tecnologia M2M, mobile-to-mobile. I lampioni conterranno schede SIM che permettono alle autorità cittadine di monitorare le prestazioni del sistema, nonché identificare guasti e telecomandare l'illuminazione. Oltre ai risparmi portati dalla tecnologia LED, sostiene Philips Lighting, l'amministrazione centralizzata porterà a una riduzione dei consumi.

I vantaggi dei sistemi di illuminazione telecomandati includono il monitoraggio online dei consumi, la riduzione dei costi di manutenzione e la possibilità di aumentare o ridurre l'illuminazione secondo le esigenze, le quali generano dati che possono essere analizzati per raggiungere una ottimizzazione. Afferma Bill Bien, SVP, Head of Strategy and Marketing di Philips Lighting:

Meno del 12 percento delle luci stradali nel mondo sono LED e meno del due percento sono connesse. Siamo all'inizio di una nuova epoca, che vedrà sistemi di illuminazione connessi e altamente efficienti come spina dorsale di ogni città.

Sono molte le aziende attive sul fronte dell'illuminazione. Samsung Electronics e Silver Spring Networks, per esempio, hanno recentemente unito le forze per sviluppare una soluzione di smart di illuminazione stradale a LED.

Il sistema dovrebbe consentire ai produttori di illuminazione di disporre di una fotocellula preintegrata in rete, autonfigurante e regolabile, basata sulla piattaforma di rete wireless Gen5 e sul software SLV6 di Silver Spring da una parte e, dall'altra, sullo Smart Lighting Module (SLM) che aziona la Smart Lighting Platform (SLP) di Samsung.

philips-vodafone-wireless-connected-street-lighting-2Vantaggi tangibili

L'argentina Buenos Aires gestisce attualmente oltre 700 mila oggetti per il proprio sistema di illuminazione. La città analizza istantaneamente i dati provenienti dai sensori e monitorizza i livelli di efficienza e di consumo. In aggiunta è possibile regolare singolarmente ogni lampione, con la riduzione dei costi energetici e di manutenzione. Grazie alle luci connesse, la capitale argentina risparmierà oltre metà dei costi energetici precedenti migliorando nel mentre la qualità della vita dei suoi tredici milioni di abitanti.

Silver Spring Networks si è aggiudicata la commessa per un sistema di illuminazione stradale a Parigi. La rete controllerà tanto l'illuminazione pubblica che i semafori. Ha dichiarato Scott Lang, CEO di Silver Spring Networks:

Con più di due milioni di abitanti e e sedici milioni di visitatori l'anno, modernizzare l'infrastruttura di illuminazione della Città delle Luci conservandone l'estetica è un'impresa critica. Il nostro progetto migliorerà l'affidabilità e l'efficenza del sistema, abbasserà i costi operativi, estenderà la vita utile dei componenti e migliorerà la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini.

Per approfondire