Si conclude alla grande dopo oltre centocinquanta idee una straordinaria iniziativa.

Un viaggio nella creatività e nell’immaginazione tecnologica degli italiani: ONchallenge è nato in settembre sotto questa prospettiva e la conclusione del concorso lanciato da Econocom con l’ausilio di Sterling Cooper è stata degna del tempo natalizio: col botto.

Selezione all'ingresso di ONfuture

E con una vista clamorosa sul cuore di Milano, vista l’organizzazione dell’evento presso la rinomata Terrazza Aperol all’angolo con la Galleria Vittorio Emanuele, proprio sopra piazza Duomo. Non pochi hanno sfidato il freddo glaciale per avventurarsi all’esterno e fotografare, e fotografarsi.

Milano dalla Terrazza Aperol

All’interno del locale sono successe intanto molte cose interessanti, con la conduzione affidata al giornalista Maurizio Melis di Radio24 e ospiti veramente eccezionali: il giornalista esperto di fantascienza Silvio Sosio, il geologo Mario Tozzi e l’astronauta Umberto Guidoni.

Maurizio Melis e Umberto Guidoni

Sentire parlare in un evento aziendale di viaggi interplanetari, mostri sacri della letteratura sci-fi, interrogativi sull’evoluzione di tutto, dalle macchine per scrivere alle specie animali… non ha prezzo. Davvero si respiravano l’innovazione, il futuro e l’aspetto quasi paradossale è che questo avveniva in una scenografia chiaramente ispirata al passato: quello però dove scrivevano grandi della fantascienza come Hugo Gernsback o Arthur C. Clarke.

Silvio Sosio, Maurizio Melis e Enrico Tantussi

E poi, il rischio. È un aspetto che fa parte dell’imprenditorialità e della novità, quindi per sillogismo è proprio delle imprese determinare a innovare e giocare le proprie carte sul nuovo.

Prima del buffet è stato infine proclamato il vincitore di ONchallenge: il suo nome è Daniele Ge e ha concepito un’idea di braccialetti che abilitano una cifratura capace di mantenere segrete al resto del mondo le comunicazioni che intercorrono con chi ci è più caro.

Daniele Ge

Enrico Tantussi, Country Manager di Econocom Italia, ha dominato il palco come al solito, dopo un ingresso assolutamente glam-futuristico in compagnia delle enigmatiche e scintillanti ragazze DoubleXX. Lo staff del marketing e quello di Sterling Cooper hanno lavorato davanti e dietro le quinte per confermare l’immagine di una Econocom che sa stupire, sa fare spettacolo; e però sa anche progettare, programmare, eseguire in modo impeccabile.

Lorenzo Cabras, Desirée Fiamberti

Con la creatività e con l’innovazione abbiamo scaldato il cuore degli intervenuti e crediamo che nel 2017 che arriva risulteranno carte fondamentali per la nostra strategia di innovazione e crescita.

Sempre consapevoli che, per vincere, bisogna sapere accettare quel margine di…