Corporate social responsibility (CSR) è il nuovo criterio guida per i giovani talenti in cerca di una azienda. Per le aziende, è un elemento strategico.

responsabilite-societale-entreprise_une

Le aspettative di ambiente di lavoro dei millennial stanno forzando i responsabili delle risorse umane a ripensare le tecniche per attirare i talenti più validi. I millennial sono anche meno fedeli ai propri datori di lavoro, sostiene uno studio di Deloitte. Un buono stipendio è, non sorprendentemente, un motivatore chiave per per i lavoratori più giovani, mentre orari flessibili e accesso a strumenti digitali sono tra le priorità che seguono subito dopo. In un potenziale datore di lavoro si cercano anche caratteristiche etiche e sociali.

Generazione Y: Prima il fine, poi il profitto

Dal 2015, i nati tra il 1980 e il 1997 costituiscono la maggioranza relativa della forza lavoro statunitense, secondo le statistiche del Bureau of Labor. Eurostar calcola che lo stesso accadrà in Europa dal 2020, che è dietro l'angolo.

Le persone tra i venti e i trentacinque anni sono più interessate ai valori di un'azienda dei loro predecessori, ha affermato l'annuale sondaggio di Deloitte nel 2015 e nel 2016. La capacità dell'azienda di creare lavoro e ricchezza, l'impegno a migliorare la società, a proteggere l'ambiente e a rispettare il cliente sono priorità reali.

emploi-generation-y

I millennial hanno anche aspirazioni più individuali. L'inchiesta di Deloitte mostra come i lavoratori più giovani cerchino riconoscimento personale, benessere sul luogo di lavoro e un buon equilibrio tra vita privata e professionale. In termini di stile di leadership, mettono ai primi posti dell'elenco pensiero strategico, visione, passione ed entusiasmo, nonché forti capacità di rapporto interpersonale.

emploi-generation-y-2

Corporate Social Responsibility: una questione chiave

I reparti HR sono davanti alla sfida di attirare e conservare in azienda i nuovi talenti. Le iniziative aziendali di corporate social responsibility, su base volontaria o in aderenza agli standard (come ISO 26000 e 14001 o SA 8000), hanno una rilevanza strategica. Questi valori sono diventati essenziali per l'immagine globale di una impresa.

Le aziende vengono valutate per la loro reputazione nella corporate social responsibility. Ci sono classifiche che possono influenzare consumatori, futuri dipendenti, partner e investitori.

  • Google e Microsoft, note per i loro investimenti in Green IT, erano ai primi due posti nell'inchiesta Global CSR RepTrak recentemente condotta dal Reputation Institute. Dietro loro Walt Disney, BMW e Lego. Delle prime venticinque aziende, dieci si occupano di tecnologia digitale: Apple (7), Intel (10), Canon (11), Sony (13), Nintendo (17), Samsung Electronics (20), Cisco (24) e Philips Electronics (25).
  • Apple sarebbe il più verde dei giganti tecnologici se diamo retta al documento Clicking Clean di Greenpeace. Nel 2015, Apple ha ricevuto il punteggio massimo per il suo impiego di energia pulita.

 green-it-greenpeace

    • Anche i dirigenti ora vengono valutati mettendo in conto le loro iniziative sociali e ambientali assieme ai loro risultati finanziari. Harvard Business Review ha recentemente aggiunto i criteri CSR nella scheda di valutazione dei migliori CEO del mondo. Nel 2015 si è classificato al primo posto Lars Rebien Sørensen, responsabile del gruppo farmaceutico danese Novo Nordisk, specializzato nel trattamento del diabete, davanti a John Chambers di Cisco.

    Per approfondire

    CSR in Econocom

    Permettere alle organizzazioni di trarre beneficio dal digitale mediante l'offerta di soluzioni innovative, realistiche e sostenibili dirette alle principali problematiche sociali.

    Econocom si impegna in due aree fondamentali di CSR:

    1. Fare dei dipendenti il primo strumento di cambiamento e di responsabilità sociale dentro il Gruppo. Significa promuovere il benessere e un migliore equilibrio tra vita e lavoro, programmi di formazione e sviluppo personale, un ambiente di lavoro che favorisca diversità e inclusione, governance delle policy CSR a livello di top management e una organizzazione collaborativa e interdisciplinare.
    2. Essere pioneri della Digital Corporate Responsibility Significa implementare una policy di acquisti responsabili, controllare l'impatto sociale e ambientale degli equipaggiamenti digitali, assicurare la sostenibilità delle aziende tramite la fornitura di soluzioni digitali innovative nonché promuovere spirito imprenditoriale, formazione e superamento di ogni divario digitale.

    Dal 2007 Econocom si impegna a sostenere l'istruzione dei bambini svantaggiati del Sudest asiatico mediante una partnership con l'organizzazione no profit Passerelles numeriques.

    L'attività prevede inoltre sponsorizzazione di classi, volontariato aziendale, donazione di equipaggiamento IT e la presenza nel consiglio strategico dell'organizzazione.