L'industria prospera sulle foto pubblicate nei social, i quali vogliono sfruttare l'occasione.

picture-marketing

Di forte effetto e capaci di catturare l'attenzione in pochi secondi, con un grande impatto emotivo, facili da condividere e coinvolgenti, le fotografie sono diventate un canale comunicativo irrinunciabile per un gran numero di mercati e in special modo per quello del turismo.

Anche prima di Internet, le brochure delle agenzie di viaggio e i prospetti degli hotel facevano grande affidamento sulle arti visive per vendere attrattive di sogno, grazie al lavoro di fotografi professionisti. L'impatto del web è stato anche mettere a disposizione di specialisti e dilettanti intraprendenti una ricchezza illimitata di immagini, disponibili nelle banche dati apposite, praticamente a qualsiasi livello di qualità e prezzo.

Il potere dell'immagine social

Con l'astronomica ascesa dei social media, il potere delle immagini ha assunto una dimensione interamente nuova e i direttori marketing lo hanno capito molto bene. La fotografia oggi è un ambasciatore preferenziale dei brand e le ultime cifre in merito sono impressionanti:

  • Su Facebook si condividono 2.260 foto ogni secondo, 2,7 milioni ogni 20 minuti a 71.425 miliardi in un anno. Oggi Facebook conta 1,8 miliardi di iscritti, due terzi dei quali si collega ogni giorno.
  • Ogni giorno si condividono su Instagram oltre 95 milioni di immagini e video. Creato nel 2010 e acquisito da Facebook nel 2012, la piattaforma di condivisione fotografica conta mezzo miliardo di utenti attivi almeno una volta al mese e 300 milioni di utenti ogni giorno, secondo le stime ufficiali del servizio.
  • Su Snapchat, nato nel 2011, sono visionati dieci miliardi di filmati al giorno, da parte dei suoi 150 milioni di utenti giornalieri, perlopiù adolescenti e twenty-something.

Instagram, la stella del fototurismo

Facebook e Instagram insieme detengono il 98 percento dei coinvolgimenti (mi piace, condivisioni, commenti) nell'industria del turismo, secondo una indagine condotta su cinque social network da Spinklr. Viene naturale considerare l'interesse da parte dei soggetti che operano sul mercato, in particolare per Instagram, che ha un tasso di coinvolgimento sessanta volte superiore a quello di Facebook.

La metropoli più presente su Instagram è New York con oltre 52 milioni di foto pubblicate, seguita da Londra (più di 47 milioni) e Parigi (41 milioni), secondo uno studio del sito di prenotazioni di transfer aeroportuali Hoppa.

A Instagram si può anche ascrivere la creazione del viaggiatore professionista a tempo pieno: ne esistono un centinaio nel mondo, ricercatissimi dagli operatori per le centinaia di migliaia di follower che condizionano con i loro resoconti e le fotografie di alta qualità, tutti servizi ben pagati dai loro clienti.

Un caso per tutti: nel 2013 l'australiana Lauren Bath ha lasciato il proprio lavoro tradizionale per buttarsi in questa nuova professione. Il suo account Instagram ha 454 mila follower. Sul suo sito, Lauren offre una serie di servizi per l'industria del turismo.

instagrammer-lauren-bath

Vista immersiva con le foto a tutto campo

Video e foto panoramiche stanno diventando la grande tendenza. Facebook punta su 360 Photos, sperimentali sulla pagina dedicata.

photo-360-facebook

Questo nuovo formato è tecnicamente semplice da padroneggiare anche dal fotografo inesperto e offre nuove opportunità tanto per uffici del turismo e musei ma anche organizzatori di eventi, animatori, siti di notizie eccetera.