Una disciplina ancora acerba, ma in espansione globale, con un mercato in crescita.


e-sport_une

Alcune finali di eSport si svolgono in vere e proprie arene, con migliaia di spettatori, e il numero di tornei online continua ad aumentare. Ci sono milioni di giocatori amatoriali, altrettanti spettatori, altri milioni che sono dollari guadagnati dalle case produttrici di software, sponsorizzazioni generose e, raramente, anche uno o due milioni di dollari di premio per le stelle di popolarità planetaria. La grande maggioranza dei giocatori è di sesso maschile e sempre agli uomini va la gran parte dei guadagni, come avviene negli sport convenzionali. Ma ecco qualche altro dato che aiuta a inquadrare il fenomeno:

  • Anni novanta: l'inizio del boom. Non è una moda passeggera.
  • I sette migliori giochi sono Counter-Strike, sviluppato da Valve nel 1999; Call of Duty (Activision, 2003); League of Legends, o LoL per gli aficionados (Riot Games, 2009); StarCraft II (Blizzard Entertainment, 2010); Dota 2 (Valve, 2011); Counter-Strike: Global Offensive (Valve, 2012); e Hearthstone (Blizzard Entertainment, 2013).
  • 15-25: la fascia di età media dei giocatori, i migliori dei quali lo fanno per lavoro.
  • 6-12: ore di allenamento giornaliere per restare all'apice della forma. È anche il tempo speso da tanti amatori per guardare i filmati dei campioni e mutuare da loro le strategie migliori.
  • 160-180: la frequenza cardiaca che i giocatori raggiungono. Gli eSport richiedono anche capacità motorie e di coordinazione superiori alla media, secondo uno studio della università tedesca dello sport: i gamer possono arrivare a 400 movimenti su mouse e tastiera al minuto, il quadruplo dell'utente medio. Difatti i campioni devono allenarsi, stirarsi e scaldarsi prima di giocare, per scongiurare infortuni, tendiniti e sindrome del tunnel carpale. Servono infine elevati livelli di concentrazione, la capacità di anticipare l'avversario, decisioni velocissime, intelligenza tattica e resistenza allo stress, scrive il quotidiano francese L’Équipe.
  • Venticinque anni: l'inizio del declino di una carriera professionale, sebbene diete rigorose e allenamento puntiglioso possano rinviare l'addio di qualche anno, stando all'università tedesca dello sport.
  • 115 milioni: gli iscritti al canale YouTube di Gotaga, il miglior giocatore francese di Call of Duty, soprannominato appunto the French Monster.
  • 180 e 165: milioni di spettatori rispettivamente appassionati e occasionali in tutto il mondo attivi nel 2019 secondo il Global eSports Market Report stilato dagli specialist di newzoo. Sarebbe una crescita del 30 percento rispetto al 2015.
  • 6,6 milioni: il premio vittoria in dollari per il gruppo Evil Geniuses in occasione del quinto torneo annuale internazionale di Dota 2. Alcuni giocatori godono di stipendi erogati da software house o sponsor: i migliori dentro LoL possono arrivare a 3.500-4.500 dollari al mese.

970 milioni di dollari è quanto Amazon ha pagato per acquistare Twitch, il sito di streaming di videogiochi. Lanciato nel 2011, Twitch vanta cento milioni di visitatori unici al mese e 239 milioni di ore di visione per i quattro videogiochi più seguiti nello scorso mese di agosto.

LoL-All-Star-Paris

LoL (League of Legends), la superstar

LoL è il gioco più diffuso del mondo, con dati di ascolto per le finali che hanno frantumato ogni altro record.

  • 67 milioni di giocatori al mese, 27 milioni di giocatori attivi quotidianamente, 7,5 milioni di giocatori in un qualsiasi istante: queste statistiche sono del 2014.
  • Almeno un torneo al giorno: basta guardare il calendario degli eventi per farsi un'idea di quanto possa essere intensa una stagione. I tornei coinvolgono piccole comunità (da otto a 31 squadre) in tutto il mondo. Spesso ammettono professionisti o erogano premi in denaro oppure tecnologia offerta dagli sponsor.
  • 36 milioni di spettatori online: le finali di LoL nel 2015 e 2016 anno totalizzato numeri come 13,9 miliardi di mi piace sulla relativa pagina Facebook, cinque milioni di iscritti al canale YouTube e tre milioni di follower su Twitter.
  • Un mese di finali mondiali: ogni stagione inizia a gennaio; l'anno scorso la finalissima si è svolta negli Stati Uniti dal 29 settembre al 29 ottobre.

Per approfondire