La fondazione Mozilla si lancia nell'arena dei sistemi operativi mobile posizionandosi nella fascia di ingresso del mercato.

Sistema operativo aperto e basato su tecnologie web

Il progetto Boot To Gecko, annunciato già nel 2011 e ampiamente ripreso dai media, ha riscosso notevole interesse da parte di specialisti ed esperti del settore.

Basato sugli standard web e su software libero, il sistema operativo mobile di Mozilla è stato ribattezzato Firefox OS e delinea un mondo di App scritte in HTML5, CSS e JavaScript, eseguibili mediante un programma di navigazione.


Una sfida alla conquista di grandi fasce di mercato

Dotato di tutte le funzioni base che ci si attendono da uno smartphone e dichiaratamente facile da utilizzare, Firefox OS sarà rivolto agli utilizzatori in cerca di un terminale dal prezzo conveniente.

Due produttori di hardware, TCL/Alcatel One Touch e ZTE, hanno già annunciato l'appoggio dell'iniziativa, assieme a operatori come Telecom Italia e Deutsche Telekom.

Il successo di Firefox OS inizierà a misurarsi nel 2013. Per il mercato degli smartphone, in questo momento dominato da offerte proprietarie, potrebbe trattarsi di un'alternativa significativa per diverse nicchie di mercato e forse anche di un nuovo interessante competitor dei grandi nomi nella fascia più bassa del mercato.