Taglio del nastro, tour guidati, coding e happening per cominciare una nuova epoca.

#thefutureison, come sempre, ma oggi bisogna dire che #thefutureistoday perché, dopo un lavoro intenso è difficile di molti mesi, ha finalmente preso vita Econocom Village: la nostra nuova sede di via Varesina 162 a Milano.

Se fossero solo nuovi uffici sarebbe una notizia come tante: invece lo spazio del Village è straordinario e ambizioso. Una sfida per chi lo abiterà e un impulso ad affrontare il business con una carica rinnovata ed entusiasta, come ha detto il nostro Country Manager Enrico Tantussi alla platea Econocom riunita nel nuovo spazio eventi ricavato nell'edificio La Botte.

Econocom Theatre

Irragionevole magia

La Botte, insieme a Serra, Forgia e Tecnica, forma il complesso del nuovo quartier generale, assieme all'edificio Raimondi dove si attiveranno a inizio 2018 la palestra e un ristorante con vista su Milano.

Il concept degli spazi di lavoro è stato progettato, ha raccontato il direttore della strategia e dello sviluppo Patrizio Corniello, seguendo le tre direttrici di irragionevolezza, eccellenza e magia, come ogni tecnologia sufficientemente evoluta da nascondersi agli occhi di chi ne fruisce.

Per questo le luci nelle sale riunioni sono collegate a un sensore di movimento che le accende quando qualcuno entra e le spegne quando l'ultimo esce. Per questo il Wi-Fi è trasparente e pervasivo: in qualunque punto della struttura c'è la rete come serve a un professionista. La regolazione generale delle luci adegua l'illuminazione interna alle condizioni esterne.

Esterno della Botte

Gli spazi sono il più possibile aperti e i posti di lavoro canonici sono distribuiti su lunghi tavoli. Anche gli uffici del direttivo sono delimitati dall'arredo e dalle strutture più che da porte e pareti. Il tema sottostante è quello delle connessioni: il Village è creato per favore i collegamenti tra persone, funzioni, gruppi di lavoro, satelliti del Gruppo; il nuovo ufficio del Country Manager contiene una scrivania in condivisione, per chi trovasse opportuno lavorare per un giorno fianco a fianco con la direzione.

Una nuova prospettiva

Barbara Loru, responsabile marketing e comunicazione, ha sottolineato il linguaggio visivo che governa la disposizione e la funzione delle aree: sale riunioni, salette per comunicazioni confidenziali, kitchenette, punti stampa e copia sono evidenziati dal colore. Qua e là negli ambienti si ritrova uno slogan motivazionale.

Un grande logo Econocom occhieggia dall'alto nel più grande degli open space, disegnato in prospettiva anamorfica che lo fa cogliere solo da quanti abbiano salito la spettacolare scala all'entrata, avvolta in tubi Led di colore cangiante che offrono un'esperienza visiva sempre diversa. Possiamo dire che nessuno percorrerà due volte la stessa scala.

Ingresso di Econocom Village

Nella logica dello spazio libero, i dipendenti hanno a disposizione un armadietto a combinazione per gli effetti personali e ambienti lounge dove rilassarsi, fare una pausa, consumare uno snack o, perché no?, lavorare. A detta di molti gli ambienti sociali comuni diventeranno una frequentazione abituale per lavorarci connessi. Bastano un portatile o una tavoletta, del resto.

Gli spazi fisici sono una parte del progetto; un'azienda leader nella digital transformation deve curare anche gli spazi virtuali. Un nuovo portale interno, LeONhub, semplificherà la gestione, i processi e la logistica, dalla prenotazione delle sale riunioni a quella delle scrivanie fino alle richieste di supporto, la registrazione dei visitatori, i suggerimenti.

Il piano della direzione a Econocom Village

Le sale riunioni, variabili come dimensione tra un minimo di due e un massimo di dodici occupanti, portano ciascuna il nome di una rock band storica e sono equipaggiate con uno schermo interattivo che all'occorrenza funge da lavagna elettronica, sistema di videoconferenza, browser, mirror di un qualunque device la cui interfaccia si desideri mostrare a schermo.

Esperimenti e innovazione

Il piano superiore dell'edificio Tecnica ospita uno spazio social, stanze-laboratorio, un'aula a capienza flessibile e pure la sede della prossima web radio Econocom. È qui che la giornata è proseguita nel pomeriggio con gli approcci alla realtà virtuale e al coding, quest'ultimo attraverso i kit di SAM Labs e il supporto di Coder Kids.

Uffici a Econocom Village

Gran finale alle 18, con premiazioni e brindisi finali, di una giornata estenuante e bellissima, che ha reso concreto il sogno di trasformare digitalmente il mondo a partire da noi stessi e dal nostro stesso ambiente di lavoro. Econocom Village è una realtà è da domani i lavori… proseguono, per le rifiniture, le messe a punto e i dettagli ancora da aggiungere a un progetto di enorme complessità e altrettanta soddisfazione.

#thefutureisON. Ora lo viviamo in prima persona, ogni mattina, quando il badge sblocca automaticamente le porte di ingresso. Per quanto avveniristico, Econocom Village da solo non può nulla; tocca a noi farlo diventare il centro della digital transformation italiana a ritmo di #ConversatiON, #PassiON, #VisiON, #AmbitiON e #DisruptiON.

Welcome to the Village!