Gli strumenti digitali sono parte integrante della vita odierna… e responsabili del due percento dei gas inquinanti.

greenpeace

L'impatto ambientale annuale del dipendente di una impresa IT equivale al consumo di diciannove lampade a basso consumo, accese tutto il giorno per 220 giorni, un viaggio in auto di 3.100 chilometri e 428 docce.

ampoulesvoiture

Queste cifre arrivano da Benchmark Green IT, studio condotto su nove organizzazioni che ha coinvolto 515 mila utenti, 2,6 milioni di apparecchi per IT e telecomunicazioni su 56.400 metri quadrati di luoghi dell'IT; i consumi per utente per anno assommano a 1.520 kWh di energia, 514 chilogrammi di CO2 e 23.555 litri di acqua.

Lo studio mostra anche che sono già state intraprese misure come lo spegnimento dei computer di notte e nei fine settimana, l'incremento dell'efficienza energetica nei centri dati e il passaggio da stampanti individuali a apparecchi multifunzione condivisi in rete.

Tuttavia ci sono anche punti da migliorare, specialmente riguardo l'acquisto di consumabili da parte di produttori responsabili e la gestione del fine vita degli apparecchi, almeno fino a che il riuso rimane una abitudine ancora da acquisire. La ricerca sottolinea anche l'importanza dell'uso di elettricità proveniente da fonti rinnovabili.

total-energy-use-greenpeace

Anche lo storage è un parametro importante. Il suo volume cresce del 20 percento l'anno e implica più spazio disco, più energia e più potenza da erogare per i centri dati.

your-online-world

L'inchiesta Click Clean condotta da Greenpeace analizza il consumo di energia da parte dei centri dati delle multinazionali. Greenpeace elogia alcune aziende, come Apple, e ne boccia altre, come Amazon Web Services, per la reticenza a comunicare informazioni sul consumo dei propri centri dati.

Anche il lavoro di monitoraggio compiuto da organizzazioni come Greenpeace e, in ultima analisi, dai consumatori è essenziale per ridurre nel lungo termine la dipendenza generale dalle fonti di energia non rinnovabili e in particolare da quelle fossili.

Per approfondire